Alimentazione degli animali – il cane

(di Roberta Greco) Quando quest’amico a quattro zampe entra a fare parte della nostra famiglia, ne diventa automaticamente un membro a tutti gli effetti e come tale ci preoccupiamo del loro benessere. Un modo di curarli con attenzione consiste nel dargli una corretta alimentazione. La classica scelta è tra il cibo secco o umido, crocchette o scatolette? Se di ottima qualità, per chi lavora e non ha molto tempo da trascorrere in cucina, le crocchette sono sicuramente preferibili. Bisogna tenere conto che nella preparazione dei cibi in scatola, sono presenti carni, ossa, interiora di scarto ma anche conservanti e additivi. Inoltre, mentre le crocchette possono essere lasciate per qualche ora senza problemi, il cibo umido tende a deteriorarsi velocemente, favorendo la proliferazione di batteri dannosi all’apparato digerente. L’ideale sarebbe un’alimentazione casalinga. Il cane è un animale carnivoro, anche se nel corso degli anni e per svariati motivi, ha dovuto modificare la sua alimentazione, diventando, pertanto, anche onnivoro: un cane che ha fame, mangia di tutto, quindi prima di imparare a cucinare per il cane bisogna comprendere quali sono gli alimenti che possiamo dargli senza creare disturbi al suo apparato digerente e qual è, invece, il cibo che fa male. Nel preparare cibo casalingo per cani, teniamo presente che la carne, il pesce, le uova e i latticini sono fonti proteiche che devono essere sempre presenti nella sua dieta. Importanti per l’apporto vitaminico e di sali minerali sono anche alcune verdure: le carote, le zucchine, la zucca, i finocchi, da fargli consumare preferibilmente crudi, grattugiati sulla pappa o dati interi come snack. I carboidrati sono necessari per un corretto bilanciamento della sua dieta: il riso e la pasta, anche se devono essere ben cotti e senza aggiunta di sale, le patate cotte.

Nella scelta della carne da cucinare per il nostro peloso possiamo scegliere tra il pollo e il tacchino, come carni bianche, oppure possiamo optare per carne di ovino, di manzo, di cavallo (per la sua proprietà di digeribilità e ipoallergenicità). Anche la trippa è un ottimo alimento per il nostro amico, anche se dobbiamo fare attenzione a non comprarla nelle vaschette pre-confezionate del supermercato: è sbiancata con additivi chimici e dannosi alla sua salute. Meglio farci conservare queste interiora dal nostro macellaio. Il suo aspetto sarà scuro o grigiastro, l’odore sgradevole all’olfatto umano, ma è la migliore fonte di proteine ed è ricca di probiotici, vitamine e sali minerali. Quando scegliamo la carne dobbiamo sapere che il cane ha bisogno del grasso, perché è da quello che ricava l’energia necessaria. Anche le cartilagini, da noi sempre scartate, sono invece per lui un ottimo nutriente.

Nella preparazione del cibo casalingo del cane facciamo attenzione nel valutare il peso, l’età, la razza del cane. La quantità di cibo assunta dal cane deve essere sempre proporzionata a queste variabili. E’ ovvio che un cucciolo sempre in movimento, necessita di una quantità diversa rispetto a un cane anziano. Per tutti vale però, la stessa regola, sebbene il cane si sia abituato nel tempo a mangiare di tutto, vi sono alcuni alimenti che possono nuocere gravemente alla sua salute.

-       Mai ossa di pollo o di tacchino, sono friabili e tendono a frantumarsi in schegge, molto pericolose per l’intestino dell’animale. La stessa cosa vale per le lische di pesce.

-       Tra gli alimenti da non dare ai cani ci sono gli zuccheri in qualsiasi forma (biscotti, merendine, cioccolato) sono dannosi. Il pancreas del cane non produce insulina, per cui gli zuccheri sono considerati come un veleno assorbito lentamente dall’organismo che può portare al diabete, oltre a causare un aumento di peso e carie alla dentatura.

-       Aglio e cipolla possono provocare anemia;

-       Uva, uvetta e avocado sono tossici per il suo organismo.

-       Insaccati o salsicce, contengono conservanti e grassi in eccesso.

-       Il sale può provocare arsura eccessiva con conseguenti problemi alle vie urinarie.

-       La carne di maiale e di cinghiale si può dare solo se ben cotta. Mentre per le altre tipologie di carni, basta che siano appena scottate, o grigliate, o cotte al vapore, ma non troppo, per non farle perdere le qualità organolettiche.

-       Evitare il pane fresco: meglio prediligere quello secco, che non fermenta.

-       Infine, mentre il tuorlo dell’uovo si può dare anche crudo, l’albume va sempre cotto.

 

Le ricette per cani devono contenere alimenti molto ricchi di vitamina E e C, importanti per le ossa e per il sistema immunitario. Tutte queste vitamine influenzano la salute generale del cane, praticamente come in un corpo umano.

Se vogliamo premiarlo, in occasioni speciali possiamo concedergli un osso crudo, per esempio uno di bue o l’osso rotondo dell’ossobuco. Non rischierà di frammentarlo e lo renderà davvero felice.

 

Ricette casalinghe per i cani

Cucinare del cibo in casa per i cani, variando gli alimenti è un modo sicuro per fare felice il nostro amico. Cerchiamo di bilanciare i vari elementi, avendo cura di dare maggiori quantità di proteine animali (carne, pesce, latticini, uova), rispetto ai carboidrati.

Di seguito abbiamo raccolto qualche semplice idea da preparare che non richiedono troppo tempo.

Riso e carne con verdure per cani

Mettiamo a bollire 250 g di carne macinata. In un altro pentolino, aggiungiamo 50 g di riso, (il tutto senza sale). A cottura ultimata, sciacquiamo il riso sotto acqua corrente per eliminare i residui di amido, conservando invece un po’ di acqua di cottura della carne. Lasciamo intiepidire, mescoliamo bene tutto e aggiungiamo un cucchiaino di olio di semi e una carota cruda grattugiata.

Polpettine di pollo e verdure

Impastiamo 150 g di carne macinata di pollo con due zucchine precedentemente sbollentate, aggiungiamo un uovo intero e formiamo delle polpettine. Se il composto risulta troppo liquido, si può aggiungere un poco di farina di ceci. Mettiamo le polpettine così ottenute in forno ventilato per circa 20 minuti, o in alternativa, cuociamole al vapore.

Polenta con uovo in camicia

Cuciniamo una polenta classica. A parte, prepariamo un brodo vegetale (attenzione, senza cipolla). Quando le carote e la patata che avete usato per il brodo sono cotte, immergiamo l’uovo, facendo attenzione a che non si rompa. Quando l’uovo è pronto, togliamolo con una schiumarola, passiamo le verdure del brodo in un mixer e mescoliamole a qualche fettina di polenta. Poniamo l’uovo sopra questo composto. In questo modo, l’albume sarà perfettamente cotto, mentre il tuorlo conserverà le sue proprietà organolettiche.

Pesce e lenticchie

Non dobbiamo comprare pesce frescoper forza, il merluzzo surgelato o comunque di pesce azzurro vanno benissimo. Sono senza lische e contengono vitamine e nutrienti necessari a una corretta alimentazione. Così come fanno bene le lenticchie, o altri legumi come ceci o farro, poiché ricchi di proteine e ferro. Mettiamo a bollire il filetto di merluzzo (circa 200 g), a parte cuociamo le lenticchie con una carota e un gambo di sedano. Le lenticchie saranno precotte, questo per evitare tempi troppo lunghi di preparazione. Appena pronte, scoliamole e mixiamole insieme alla carota e al sedano. Aggiungiamo il pesce sminuzzato, irrorando con un poco di acqua dove è stato cotto.

Pasta al pomodoro con carne

Una volta la settimana si può dare anche la pasta, di cui il cane è particolarmente ghiotto. Utilizziamo un formato di pasta corta, (circa 80 g) e facciamola cuocere bene. A metà cottura aggiungiamo 250 g di carne macinata di tacchino o di manzo. In un altro pentolino, mettiamo a scaldare un poco di passata di pomodoro con un filo di olio di semi. Non aggiungiamo sale. Mescoliamo bene e la pappa preferita