Archivio della categoria: alimentazione animali

Alimentazione degli animali – il gatto

(di Roberta Greco)

Basta poco per nutrire al meglio i nostri adorati amici pelosetti, senza spendere una fortuna. Basta preparare in casa il loro cibo: con un pizzico di fantasia e la ricetta giusta diventa un gioco preparare tante scodelline sfiziose, sane e nutrienti. I prodotti in commercio molto apprezzati dai nostri gatti ma possono contenere conservanti e altri ingredienti che in alcuni animali possono scatenare allergie o intolleranze. Preparare in casa il loro cibo vi permetterà invece di fornire ai vostri amici un alimento genuino, risparmiando notevolmente anche sui costi. Imparare a conoscere le esigenze alimentari dei gatti è molto importante. Devono seguire diete che richiedono pianificazione e attenzione. A loro servono molte proteine e grassi, nella dieta di un gatto occorre circa l’85% di carne, grasso, frattaglie e ossa, mentre le verdure, le erbe e le fibre dovrebbero costituire solo il rimanente 15%.

Importante assicurarsi che la sua alimentazione contenga i seguenti elementi: acqua pulita (disponibile sempre e di facile accesso), proteine, grassi (i gatti hanno bisogno di grassi per avere energia, per assumere acidi grassi essenziali e vitamine solubili nei grassi) e vitamina A (è possibile trovarla nel fegato, nelle uova e nel latte, ma si tratta di alimenti da usare con cautela), vitamina B (nel lievito di birra, se hanno una carenza di questa vitamina, può manifestarsi perdita dell’appetito per alcuni giorni o febbre), vitamina E (vitamina necessaria per il metabolismo dei grassi insaturi) e calcio (un minerale importante per la costruzione e lo sviluppo delle ossa dell’animale).

La taurina è un aminoacido essenziale nell’alimentazione di un gatto. Solitamente ne è presente una quantità sufficiente nel cibo per gatti (secco o umido), ma se si nutrirà con piatti preparati in casa o con una dieta vegetariana, potresti doverla integrare. La carenza di taurina nei felini può provocare la degenerazione centrale della retina, che porta a cecità irreversibile, oltre a insufficienze cardiache.

Inoltre i gatti hanno esigenze diverse in fatto di orario e frequenza dei pasti e tipi di alimenti secondo la loro età. Anche se quasi tutti gli esemplari di questa razza sono in grado di regolarsi bene da soli in merito al cibo, ci sono alcuni casi in cui sarai tu a dover provvedere.

Continua a leggere

Alimentazione degli animali – il cane

(di Roberta Greco) Quando quest’amico a quattro zampe entra a fare parte della nostra famiglia, ne diventa automaticamente un membro a tutti gli effetti e come tale ci preoccupiamo del loro benessere. Un modo di curarli con attenzione consiste nel dargli una corretta alimentazione. La classica scelta è tra il cibo secco o umido, crocchette o scatolette? Se di ottima qualità, per chi lavora e non ha molto tempo da trascorrere in cucina, le crocchette sono sicuramente preferibili. Bisogna tenere conto che nella preparazione dei cibi in scatola, sono presenti carni, ossa, interiora di scarto ma anche conservanti e additivi. Inoltre, mentre le crocchette possono essere lasciate per qualche ora senza problemi, il cibo umido tende a deteriorarsi velocemente, favorendo la proliferazione di batteri dannosi all’apparato digerente. L’ideale sarebbe un’alimentazione casalinga. Il cane è un animale carnivoro, anche se nel corso degli anni e per svariati motivi, ha dovuto modificare la sua alimentazione, diventando, pertanto, anche onnivoro: un cane che ha fame, mangia di tutto, quindi prima di imparare a cucinare per il cane bisogna comprendere quali sono gli alimenti che possiamo dargli senza creare disturbi al suo apparato digerente e qual è, invece, il cibo che fa male. Nel preparare cibo casalingo per cani, teniamo presente che la carne, il pesce, le uova e i latticini sono fonti proteiche che devono essere sempre presenti nella sua dieta. Importanti per l’apporto vitaminico e di sali minerali sono anche alcune verdure: le carote, le zucchine, la zucca, i finocchi, da fargli consumare preferibilmente crudi, grattugiati sulla pappa o dati interi come snack. I carboidrati sono necessari per un corretto bilanciamento della sua dieta: il riso e la pasta, anche se devono essere ben cotti e senza aggiunta di sale, le patate cotte.

Nella scelta della carne da cucinare per il nostro peloso possiamo scegliere tra il pollo e il tacchino, come carni bianche, oppure possiamo optare per carne di ovino, di manzo, di cavallo (per la sua proprietà di digeribilità e ipoallergenicità). Anche la trippa è un ottimo alimento per il nostro amico, anche se dobbiamo fare attenzione a non comprarla nelle vaschette pre-confezionate del supermercato: è sbiancata con additivi chimici e dannosi alla sua salute. Meglio farci conservare queste interiora dal nostro macellaio. Il suo aspetto sarà scuro o grigiastro, l’odore sgradevole all’olfatto umano, ma è la migliore fonte di proteine ed è ricca di probiotici, vitamine e sali minerali. Quando scegliamo la carne dobbiamo sapere che il cane ha bisogno del grasso, perché è da quello che ricava l’energia necessaria. Anche le cartilagini, da noi sempre scartate, sono invece per lui un ottimo nutriente.

Continua a leggere