Archivio della categoria: Anziani

Musica di relAZIONE in animAZIONE

Le canzoni o ballate tradizionali, risvegliano, animano, suscitano, elementi comuni in ciascuno, e spesso in tutte le persone. che desiderano trascorre un pomeriggio o una serata di festa.  La preziosa collaborazione volontaria  presente nel nostro gruppo del maestro di musica Mc Kenzie (nome d’arte), che propone ed esegue con la fisarmonica un buon repertorio di brani tradizionali, ci permette di realizzare dei momenti di condivisione di ricordi  di storia popolare della nostra terra.   Spesso ci troviamo  fra amici e scopriamo che in ciascun uomo: emerge la voglia di stare insieme attraverso la musica,le canzoni che i nostri nonni cantavano. Stiamo cercando di recuperare le canzoni tradizionali del nostro territorio,e quelle del mare, ed in qualche modo le persone che hanno aderito a questo progetto sono  molto interessate e partecipano secondo le proprie possibilità  canore.  Nel suono delle tradizioni stiamo riscoprendo e ricercando il modo di lasciar fluire i ricordi più belli, siamo dei “cercatori di ricordi”, e le persone sono le “pepite” preziose.

Incontro dei volontari di ANLA Marche nella nuova sede messa a disposizione dalla consigliera nazionale Teresa Spampanato

Incontro dei volontari di ANLA Marche nella nuova sede di San Benedetto del Tronto messa a disposizione dalla consigliera nazionale Teresa Spampanato

Continua a leggere

Un nuovo umanesimo per una vita in pienezza – commento alla riflessione del cardinale Bassetti

Il presidente ANLA Edoardo Patriarca

Il presidente ANLA Edoardo Patriarca

“Il cardinale Bassetti, presidente della CEI, introducendo i lavori della seconda giornata dell’Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, ha preso  in esame tre questioni legate all’attualità, la riforma del Terzo Settore, la situazione determinatasi nel Centro-Italia all’indomani del terremoto, e il futuro dell’Unione Europea, tre elementi che richiamano ognuno di noi ad un coinvolgimento personale e concreto” sottolinea il sen. Edoardo Patriarca, presidente nazionale di ANLA – Associazione Nazionale Lavoratori Anziani. “Il cardinale ci sprona a una sorta di esame di coscienza prima di tutto personale e quindi collettivo invitandoci a guardare la realtà come veramente è, al di là di stereotipi e di sovrastrutture alimentate da un paese in campagna elettorale continua. Il cardinale Bassetti ci invita a reclamare non diritti acquisiti o logiche clientelari ma ci sprona a chiedere regole certe e idonee – è il caso del Terzo Settore nel quale ANLA si posiziona – che sono a loro volta possibili se c’è un disegno preciso, un orientamento condiviso che parte dalla valorizzazione e dalla comprensione reale di quello che c’è. Siamo tutti volontari  – parlo per ANLA ma il discorso può estendersi a più ambiti – e come tali dobbiamo essere testimoni dei nostri ideali e delle nostre azioni concrete, siamo persone esperte di umanità capaci di ricucire fra le generazioni quel legame oggi meno saldo. È tempo di costruire nuovi percorsi, di solidarietà e di socialità sul territorio e di dialogo e di collaborazione con le imprese socialmente responsabili, sotto il sigillo della sostenibilità. È tempo di volontari come noi che siamo capaci di portare un sorriso nelle corsie degli ospedali e delle RSA con la clown-animazione o di aiutare in amicizia le persone in attesa di dialisi facendosi carico dei loro problemi o di fare iniziative culturali e sociali o di animare la carità del luogo dove viviamo. Quindi rigettiamo con forza ogni tentativo “delegittimante” non di privilegi acquisiti che non ci sono, ma di una realtà concreta, quella del Terzo Settore, capace di umanità, di accoglienza, di solidarietà, di calore umano in un contesto sociale che altrimenti rischia di diventare sempre più freddo e inospitale. La nostra società ha bisogno di un nuovo patto sociale, fra giovani e anziani, fra esclusi e inclusi, e il volontariato può essere terreno dove far nascere e sviluppare questa nuova forma di solidarietà.

Abbiamo bisogno di concretezza, come nel caso delle popolazioni terremotate, per non lasciare tante persone anziane da sole e tanti giovani senza futuro. Abbiamo bisogno di ripartire dalle nostre radici, come ANLA ha recentemente affermato nel convegno “Un nuovo umanesimo per una vita in pienezza” per comprendere l’oggi di ogni persona umana e quindi essere concretamente aperti e solidali, cioè umani”.

Scarica il comunicato stampa di ANLA

Scarica la rassegna stampa di ANLA

Festa del Lavoro 2018

Martedì prossimo, 1 maggio, si celebra la Festa del Lavoro 2018. Si tratta di un appuntamento importante, che va oltre ogni possibile retorica, perché il lavoro è veramente la chiave di volta del nostro essere in società. Senza lavoro tutto è precluso, dalla possibilità di crearsi una famiglia o di mantenerla, senza lavoro la persona finisce con il perdere il proprio ruolo, finisce con il perdere la propria dignità. Con forza sottolineiamo quanto leggiamo nella Costituzione all’art.1: L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
In tutta Italia la Festa del Lavoro vedrà la consegna delle insegne ai neo Maestri del Lavoro, a cui facciamo le nostre congratulazioni per la prestigiosa onorificenza. Anla Onlus sarà presente con propri rappresentanti a cominciare dal Quirinale dove il nostro Vice Presidente Vicario Vincenzo D’Angelo prenderà la parola al cospetto del Capo dello Stato: la partecipazione di ANLA Onlus alla Festa del Lavoro e alla cerimonia in onore dei neo Maestri del Lavoro è non complementare bensì organica e non solo in virtù di una legge, la n. 143 del 5 febbraio 1992, che ci lega alle modalità con cui sono scelti i neo Maestri del Lavoro, quanto soprattutto per l’essere noi e con orgoglio “lavoratori anziani”, cioè uomini e donne che hanno contributo con il proprio lavoro allo sviluppo economico e alla crescita morale del nostro Paese.
Saremo presenti alle varie cerimonie sul territorio e ricorderemo le parole del presidente Mattarella pronunciate nel messaggio agli italiani del 31 dicembre 2017: “il lavoro resta la prima, e la più grave, questione sociale. Anzitutto per i giovani”. Anche nel mondo del lavoro rimane centrale il dialogo fra le generazioni e i valori che più anziani possono trasmettere ai più giovani. Ricorderemo anche il fatto che ANLA Onlus è concretamente impegnata in tutto il territorio nazionale in azioni di volontariato tese a promuovere il welfare locale, a costruire il Bene Comune che altro non è che la vita dei nostri figli e dei nostri nipoti. Con questo spirito compiamo un comune cammino con altre sette associazioni affini unite nel “Patto federativo a tutela degli anziani”: ultima iniziativa effettuata in ordine di tempo, il 20 marzo scorso a Roma, è stato il convegno sul ruolo dei nonni nella società italiana, un ruolo prezioso e insostituibile. In questa prospettiva di concreto impegno in favore della collettività, ANLA Onlus, seriamente preoccupata per l’invecchiamento demografico del Paese, chiede a più livelli una nuova attenzione alle politiche familiari, alla sicurezza della vita sociale, una promozione della natalità e della cultura della vita.
Potremo seguire la Festa del Lavoro 2018 al Quirinale, ascoltare l’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il saluto introduttivo del nostro Vice Presidente Vicario Vincenzo D’Angelo seguendo in televisione la diretta di RAI1 a partire dalle 10.55

Mattarella e Napolitano durante la Festa del Lavoro 2017

Mattarella e Napolitano durante la Festa del Lavoro 2017 – Fonte www.quirinale.it

Il ruolo dei nonni

Si è svolto lo scorso 20 marzo al Collegio Apostolico Leoniano il convegno “I nonni nella società attuale” organizzato dal Patto federativo a tutela degli anziani che riunisce sette associazioni di categoria su tematiche inerenti i “più avanti in età”.

Oggetto dell’incontro, seguito da un centinaio di persone, è stato il ruolo dei nonni nella società attuale, un ruolo fondamentale sia per l’aiuto alle giovani famiglie che per il concreto contributo al welfare dei nostri territori: ne hanno parlato Maria Rita Parsi, già Membro del Comitato Onu per i diritti dei Fanciulli/e , Presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino Onlus, e Ester Dini, Responsabile Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e Periti Industriali laureati. Michele Poerio, presidente Feder.S.P.eV. e  vice coordinatore del Patto, ha tenuto la terza relazione sul ruolo dei nonni, un “ruolo senza ruolo” nella società attuale mentre il nostro vice presidente vicario Vincenzo D’Angelo, anch’egli vice coordinatore del Patto, ha ribadito nel suo intervento di saluto la centralità dell’anziano e in particolare dei nonni nell’economia familiare.

L’incontro è stato aperto dal coordinatore del Patto Franco Pardini che ha ricordato l’impegno del Patto in questi anni su tematiche di comune interesse come la separazione fra previdenza e assistenza, la sanità, il welfare, e ha sottolineato: “l’universo anziani considerando tali, secondo una classificazione generalmente accettata, gli ultra sessantacinquenni sono in Italia oltre 13 milioni (circa il 21% della popolazione). I nonni, in base ai dati ISTAT, sono oltre 11 milioni. Naturalmente si tratta di dati non coincidenti in quanto vi è una percentuale significativa di nonni che ha addirittura meno di 55 anni.  I nonni con età superiore ai 65 anni sono comunque oltre il 70%. I nonni… sono dispensatori di tempo, di assistenza, di sostegno economico e di affetto. Il loro ruolo è fondamentale nella variegata famiglia di oggi e spesso è condizionante per il suo buon funzionamento”.

Sul prossimo numero di Esperienza in distribuzione dalla seconda metà di maggio troverete un ampio resoconto della giornata.

Convegno sul ruolo dei nonni nella società, intervento della professoressa Maria Rita Parsi

Convegno sul ruolo dei nonni nella società, intervento della professoressa Maria Rita Parsi

Il nuovo numero di Esperienza

E’ in corso di stampa e distribuzione il numero 1-2/2018 di Esperienza.
Nel titolo del periodico, Famiglia, genesi della società, la centralità di uno dei temi trattati, a sottolineare il valore e l’importanza della famiglia anche come collante della società attuale. Le considerazioni emergono anche in virtù della fotografia, dedotta dalle pubblicazioni di Istituti di ricerca, dell’Italia 2018, strumento utile per conoscere al fine di comprendere meglio le trasformazioni in corso.
Il nostro Vice presidente vicario Vincenzo D’Angelo nel suo editoriale prende in esame la situazione attuale anche in vista dell’importante appuntamento elettorale del 4 marzo. Rilevante poi è l’ampia parte dedicata alle novità previdenziali per il 2018 e continua l’approfondimento delle novità del Terzo Settore con l’intervista a uno dei padri della riforma, Edoardo Patriarca.
Per quanto riguarda il mondo del lavoro, troviamo approndimenti e interviste relative a Magneti Marelli e Electrolux. Unito al numero 1-2/2018 è il Vademecum 2018 con una sintesi delle convenzioni e delle facilitazioni riservate ai tesserati ANLA Onlus.

Esperienza_1_2_2018

Esperienza_1_2_2018

Nuovi tentativi di phishing

L’Agenzia raccomanda di cestinare le false mail senza aprirle Attenzione alle mail inviate in nome dell’Agenzia delle Entrate che nascondono  un tentativo  di  truffa.  Negli  ultimi  giorni,  infatti,  sono  tornate  a  circolare  delle  false  mail,  apparentemente  provenienti  da  Agenzia  Entrate  o  AGENZIA  ENTRATE  GOV,  che  invitano  gli  utenti  ad  aprire  un  collegamento  che  una  volta  selezionato  fa scaricare  un virus informatico.
Le   mail   in   questione   non   provengono   da   un   indirizzo   direttamente   collegato all’Agenzia.  Questi  messaggi  hanno  un  oggetto  generico  (“Acconti”  o  “F24
ACCONTI”),  fanno  riferimento  ad  un  acconto  F24  per  il  2018  e  contengono  un  collegamento ad una pagina che fa scaricare un programma malevolo nel computer del
destinatario.  L’Agenzia raccomanda ai cittadini che hanno ricevuto questa mail di eliminarla e di non  cliccare sui collegamenti presenti in essa o nei suoi allegati.

Assegnate le Borse di studio Tucci 2016/2017

Sono state assegnate le Borse di Studio “Ing. Riccardo Tucci” relative all’anno scolastico 2016/2017.

I vincitori sono: Mocerino Matteo (Campania), Rasetti Lorenzo (Marche), Cover Celeste (Friuli Venezia Giulia), Attanasio Flavia (Campania), Evangelisti Francesco (Marche). Sono risultati così vincitori candidati espressi da tutte e tre le regioni interessate dal bando, cioè Friuli Venezia Giulia, Marche e Campania. I vincitori saranno premiati durante eventi organizzati nei rispettivi territori di appartenenza.

Possiamo già ora annunciare le regioni che saranno interessate dal prossimo bando che verrà pubblicato sul nr. 1-2/2018 di Esperienza: si tratta di Lombardia, Emilia Romagna, Abruzzo e Molise

Logo ANLA

Logo ANLA