Archivio della categoria: tempo libero

A passeggio tra gli angoli curiosi di Firenze

(di Fiorenza Ciullini, presidente regionale ANLA Toscana e Consigliera nazionale).  Tre iniziative proposte da Anla Toscana. Tutte e tre le visite, organizzate da ANLA Toscana, rispettivamente per martedì 18 maggio, mercoledì 26 maggio e martedì 8 giugno, saranno guidate dal prof. Federico Napoli.

“Dante leggiadre fanciulle e gironi infernali”

Per ricordare il sommo Poeta e camminare per le strade e viuzze, in un viaggio a ritroso nel tempo, nel cuore medioevale di Firenze in un percorso compiuto in uno spazio di poche centinaia di metri, perché tale era allora la dimensione della città!
Così, nei settecento anni dalla sua scomparsa, non poteva mancare un ripercorrere la vita di Dante: da guelfo bianco e poi “ghibellino”, frequentatore di bettole e successivamente poeta, infine focoso oratore. Da qui nascono nella sua vita le zuffe politiche e le suggestioni amorose, la tendenza a cedere al fascino della parola scritta e il forte richiamo all’amicizia. Negli anni fiorentini di Dante compaiono i problemi economici, le consorterie avverse arroccate nella vita quotidiana ed in questa realtà, il suo matrimonio combinato dalle famiglie.

“Le abitazioni dei Medici in città”

Un percorso dedicato alla famiglia Medici, presente in città per oltre cinquecento anni. Alla scoperta di abitazioni e luoghi legati alla loro attività mercantile: da piazza del Mercato vecchio alla loggia di via de’ Pecori, da piazza Duomo al Palazzo di via Larga, fino alla successiva dimora in Oltrarno. Nella Masnada di Mercato, alla quale in origine la famiglia apparteneva fino al palazzo in collina, dove si svolge l’intera storia dei Medici: una perenne relazione legata agli eventi politici della città di Firenze!

“Firenze ed i portici tra passato e presente”

il luogo, architettonicamente meno fiorentino della città, coincide con la zona più antica di Firenze romana, quindi dove meglio si sommano storie e leggende. Attraverso il passaggio sotto i portici affronteremo un viaggio nei secoli, dalla ottocentesca caserma dei pompieri alla capra che brucava in piazza, dal primo cinematografo cittadino in anticipo sui Fratelli Lumiere al pozzo pubblico di epoca imperiale romana. Dai locali in stile Belle Epoque e dai caffè concerto, al più popolare mercato dell’olio fino ad una coppia male assortita: la signora Starnotti e il signor Alberini, due personaggi di fine Ottocento in città.

 

Da ANLA Toscana

In viaggio nei luoghi più caratteristici della nostra bella Italia, da nord a sud, dalle Dolomiti al tacco, attraverso paesaggi meravigliosi che vorremo di nuovo scoprire insieme finalmente in serenità, condivisione e gioia!

Clicca qui per scaricare le proposte di ANLA Toscana per luglio e fine agosto

Picnic primaverili

(di Roberta Greco) Tovaglia a quadrettoni, canestrino pieno di leccornie, birre e vino e siamo pronti per goderci un agognato picnic. Sul prato o sulla spiaggia, al mare, al lago o in una villa urbana, quando la primavera chiama, il weekend all’aria aperta risponde, tra un pisolino “a quattro di spade”, come si suol dire a Roma, o un primo tuffo di stagione al mare! Questo pasto all’aperto sembra essere nato nel ‘600 come pausa durante lunghi viaggi a cavallo o battute di caccia, ma è subito diventato un’usanza sociale di moda soprattutto fra i nobili. Organizzare un pasto in mezzo ai campi o lungo i fiumiera, per molti aristocratici, era un modo per sfuggire ai grandi banchetti ufficiali. Il picnic (da pique, prendere, e nique, piccola cosa) era una trasgressione molto apprezzata. Fortunatamente questa tradizione non è rimasta di esclusivo appannaggio dei nobili e, nel corso dei secoli, si è evoluta e ha assunto forme sempre nuove. All’inizio del’800 ha assunto addirittura un significato legato alla condivisione e alla fratellanza, dando vita a una vera e propria società, la Picnic society, i cui membri preparavano il cibo da offrire agli altri membri. Oggi il picnic è conosciuto più che altro come un’escursione all’aperto, passatempo per famiglie e gruppi di amici durante la quale potersi godere il paesaggio, rilassarsi, prende una prima timida tintarella e, soprattutto, gustare piatti preparati per l’occasione.

Sull’organizzazione dei picnic ci sono diverse scuole di pensiero: ci sono quelli che sostengono che per “fare” un picnic basti un panino e coloro che invece si portano cibo sufficiente per sfamare un reggimento. Ci sono i sostenitori del picnic spartano, che mangiano tranquillamente seduti in un prato perché “basta il panorama” e quelli che invece devono sedersi alla tavola apparecchiata, coloro che organizzano solo con pochi intimi e chi “più amici ci sono meglio è”.

Ovviamente – e per fortuna! – non c’è un giusto e uno sbagliato: ognuno fa quel che vuole e che molto fa anche lalocation scelta, perché sarà difficile allestire un picnic da dieci portate se alla località scelta non si arriva in macchina.

Ma cosa portare per il picnic perfetto? Due sono le regole per la buona riuscita: il cibo e l’attrezzatura. Anche in questo caso ci sono i fan del picnic super attrezzato e quelli più spartani, gli appassionati del picnic romantico e le famigliole in gita.

Continua a leggere

Con ANLA per il 70esimo a Terra Santa!

ANLA nel corso del 2019 ricorderà il suo 70° anniversario di fondazione e lo farà con iniziative nazionali e locali di cui vi daremo notizia. Fin da ora è possibile partecipare ad una di queste, il viaggio a Terra Santa per i tesserati ANLA. Si tratta della proposta di viaggio che la presidenza nazionale della nostra Associazione riserva a tutti i tesserati. Dal 28 novembre al 1 dicembre 2019 vivremo con competenti guide e accompagnatori e con il presidente nazionale Edoardo Patriarca un’esperienza unica, esclusiva perché realizzata espressamente solo per noi, a Betlemme e Gerusalemme, grazie alla collaborazione con l‘Ufficio Pellegrinaggi Custodia di Terra Santa, i frati francescani che da otto secoli sono presenti a Terra Santa, nell’anno in cui si ricorda l’ottavo centenario dell’incontro di san Francesco con il Sultano di Egitto.
Qui potete scaricare la proposta ANLA per Terra Santa

Gerusalemme

Gerusalemme

Continua a leggere

Film del mese di febbraio

I film in uscita nelle sale cinematografiche nel mese di febbraio, promettono di soddisfare gli amanti della settima arte, offrendo loro, praticamente tutti i generi disponibili sul mercato.

Le novità iniziano dal 4 febbraio con il film “Tramonto” del regista Làzlò Nemes, che porta sul grande schermo, la storia di Irisz Leiter, una giovane desiderosa di affermarsi come sarta nella grande città di Budapest, ma che dovrà fronteggiare tante difficoltà, dal suo stato di umili origini, proviene infatti da un orfanotrofio, alla scoperta inaspettata di avere un fratello segreto, fino alla rivelazione di una dura verità. Nello stesso giorno, esce il film di Fabio Del Greco “Mistero di un impiegato”, dove la tematica centrale è la tanto discussa norma della privacy concatenata all’ evoluzioni sociali, dove il protagonista con una vita privata e lavorativa, tranquilla e “normale”, diventa bersaglio di qualcuno che intente spiarlo, obbligandolo così a scoprire cosa c’è sotto.

Dal 7  è possibile vedere il tanto atteso ritorno alla regia del film diretto ed interpretato da Clint Eastwood, “Il corriere-The Mule”, tratto dalla storia vera di Leo Sharp qui cambiato nel nome di Earl Stone, narra la vicenda drammatica di un anziano veterano di guerra, che avendo problemi con la sua impresa agricola, si ritrova a diventare un corriere di droga di un cartello messicano. La sceneggiatura è firmata da Nick Schenk, già sceneggiatore di Gran Torino, nel quale Eastwood ne è stato attore protagonista e regista.

Continua a leggere