Archivio della categoria: territorio

Curare e prevenire

(di Edoardo Patriarca, presidente nazionale ANLA) La tragedia della funivia Stresa – Mottarone  ci interpella profondamente, un incidente che ha provocato 14 vittime:  famiglie e persone che desideravano solo passare una giornata di serenità e amicizia trasformatasi  in una strage  inaccettabile per un Paese collocato tra le prime dieci economie mondiali e  seconda manifattura a livello europeo. La magistratura accerterà le responsabilità sperabilmente in tempi brevi. Ma non basta esprimere cordoglio e dolore, indignazione e richiesta di giustizia. Non ci stiamo forse rassegnando all’inevitabile, quasi fossimo predestinati  ad un destino barbaro… in attesa   del prossimo incidente?

La sequenza delle tragedie dovute a incuria è davvero impressionante. Ne rammento solo alcune:  23 morti il 29 giugno 2009 nella stazione ferroviaria di Viareggio, 23 morti il  12 luglio 2016 per lo  scontro di due treni tra Andria e Corato, 3 vittime il 25 gennaio 2018 per il deragliamento di un treno a Pioltello, 43 morti il 14 agosto 2018 per il  crollo del ponte Morandi sulla Val Polcevera. Sono certo che ciascuno di voi potrebbe allungare l’elenco.

Questi eventi  così frequenti  raccontano  una gestione dei beni pubblici  inadeguata e irresponsabile, preoccupata solo di far quadrare i conti a spese della sicurezza e della prevenzione. Vi ho citato casi che riguardano le strutture ferroviarie e stradali, ma che dire del dissesto idrogeologico, delle frane che colpiscono le aree montane, delle  alluvioni dovute  alla rottura di argini non controllati da anni, o delle costruzioni di abitazioni abusive o autorizzate in  territori sismici e  fragili senza alcun rispetto per la sicurezza? Occorre davvero cambiare il  modo di guardare il nostro paese, volergli un po’ più di bene, prendersi cura delle sue fragilità territoriali, intervenire al primo verificarsi di una piccola crepa e non attendere che giunga la valanga e poi la morte.

Curare e prevenire sono due verbi che sono riemersi in anni durante i quali li si pensava  fossero sinonimi di “perdita di tempo”, di scarsa efficacia e efficienza  in economia e nella gestione dei beni collettivi, di troppa burocrazia e controlli.  La pandemia ci ha aperto gli occhi: senza la cultura della cura e della prevenzione il nostro paese si avviterà su se stesso, destinato ad un declino inevitabile, triste e senza futuro. C’è da sperare che i 240 miliardi (la gran parte a debito) messi a disposizione da NextGenerstionEu siano innervati dalla cultura del prendersi cura delle persone, delle comunità, del nostro ambiente. Papa Francesco ha definito questa cultura un’ecologia integrale che per essere tale non può essere predatoria, trascurata, indifferente alla vita.

E noi come ANLA che possiamo fare? Praticando la cittadinanza attiva, sentinelle e promotori del “prendersi cura” la dove viviamo. I gesti quotidiani dei nostri gruppi ne sono testimonianza: penso all’azione civica di ANLA Toscana o del gruppo ANLA di Bologna.

logo_anla_1024_300dpi

 

Concorso nazionale letterario ANLA 2021

ANLA istituisce un concorso nazionale di racconti brevi: dato il momento difficile dovuto alla emergenza sanitaria, unitamente alla ricorrenza dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta Dante Alighieri, gli elaborati avranno l’incipit: “…e uscimmo a riveder le stelle…”.

Il lavoro completamente anonimo dovrà essere inviato in for- mato pdf via e-mail alla casella postale di Anla: sederegionaletoscana @ anla.it.

Le opere dei concorrenti dovranno pervenire entro e non oltre: sabato 31 luglio 2021.

Scarica il bando completo e Regolamento

Spiega la presidente ANLA Toscana e consigliere nazionale Fiorenza Ciullini: “Il concorso letterario è il nostro punto di orgoglio perché è nato da un’idea del consiglio regionale Toscana ed è aperto a tutti e a tutte le regioni: giovani, meno giovani e “diversamente giovani” da nord a sud, isole comprese! Ogni anno viene individuato un tema di attualità che è sempre stato accolto con entusiasmo, fantasia ed impegno. Da ogni parte d’Italia arrivano gli scritti ed una giuria, altamente qualificata, ha il compito di selezionare i testi. Una grande emozione scoprire i motivi che hanno spinto alcuni a scrivere un pensiero, fissare un momento o ricordare momenti impressi nella propria memoria! Lo scorso anno il tema ha riguardato i giorni passati nel periodo di emergenza dovuto al Covid – 19, un’emergenza che ha colpito prevalentemente gli anziani. Abbinata alla premiazione anche una rappresentazione teatrale della compagnia “Teatri d’imbarco”, di grande impatto emotivo, dedicata alla terza età e questa, ha dato un senso ancora più profondo al nostro concorso letterario”.

Toscana ANLA d’amare – Sulle nostre coste un impegno eco-sostenibile

(Comunicato Stampa) I volontari dell’Associazione Nazionale Lavoratori AnzianiANLA, della Toscana, in accordo con il Comune di Livorno e sostenuti dallo sponsor “Prince of the sea”, sabato 15 maggio puliranno la spiaggia La Vela di Livorno, liberandola da plastica, mozziconi di sigaretta, vetri e metalli, rifiuti e detriti portati dalla marea, a tutela anche della fauna e flora locale ma anche in vista delle vacanze estive che ci auguriamo tutti poter svolgere in serenità e sicurezza.

logo_anla_1024_300dpi

Il Comune di Livorno, nella persona dell’assessore all’ambiente Giovanna Cepparello, si è dimostrato immediatamente disponibile nel concedere ad ANLA Toscana l’autorizzazione a procedere, mettendo disposizione tutto il materiale necessario per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Il Comune di Livorno ha concesso il patrocinio gratuito all’iniziativa.

Lo sponsor Prince of the sea, brand nato da una passione smisurata per il mare e per la bellezza della sua fauna, libera e non imbrigliata in un mondo che non tiene conto del rispetto che ad essa è dovuto, ha voluto essere al nostro fianco, anche fisicamente con la presenza del titolare Riccardo Ciullini che parteciperà alla raccolta dei rifiuti, in questa significativa spiaggia di Livorno.

La presidente di ANLA Toscana e Consigliera nazionale Fiorenza Ciullini commenta: “Da tanto tempo ANLA Toscana aveva in mente di organizzare giornate dedicate alla difesa del nostro territorio e dato che adesso si ricomincia a guardare avanti, ci siamo fatti trovare pronti per partire con “zaino in spalla” come dice sempre il nostro presidente nazionale Edoardo Patriarca! In Toscana ci sono ben 397 Km di costa e quindi, come prima tappa, saremo a Livorno, molte volte da noi visitata per le tante iniziative culturali, per l’Accademia ed il Museo Navale, per la Nave Scuola Vespucci, per le fortificazioni rinascimentali e per il porto moderno, tappa di molte navi da crociera. Speriamo con queste nostre iniziative di sensibilizzare i cittadini e anche le istituzioni nel prestare ancor più attenzione al nostro patrimonio naturalistico, unico ed irripetibile, del quale noi siamo ospiti privilegiati! Ringraziamo il brand “Prince of the sea” che ci ha sponsorizzati, il Comune di Livorno che ci ha sostenuto in questa nostra prima esperienza e tutti i volontari che, armati di palette guanti e cestini, saranno con noi sabato 15 maggio alla spiaggia “La Vela”.

Questo sarà solo uno dei tanti appuntamenti che i volontari di ANLA Toscana hanno in agenda, come sottolinea la presidente Ciullini: “Dopo Livorno abbiamo già preso contatto con il Comune di Firenze e poi ci rivolgeremo ad altri Comuni. Iniziamo dalle piccole cose e cerchiamo di portare chi ci vede e ascolta a fare riflessioni, ad avere maggiore sensibilità, a cambiare usi e costumi scorretti molte volte dettati da abitudini pessime che devono necessariamente essere abbandonate.  Tutti noi possiamo fare qualcosa: è in gioco la nostra salute, il nostro benessere fisico e mentale! E’ necessario al più presto dare risposte concrete per portare il rispetto per il prossimo e per l’ambiente alla conoscenza e coscienza di tutti, dai più piccoli ai meno giovani. La pandemia ci ha tolto tanto ma ci ha anche insegnato che la vita è preziosa e che la sua qualità dipende essenzialmente da come trattiamo il nostro pianeta che ci sta chiamando ad una maggiore attenzione. Se una parte, anche piccola, di persone comincerà a comportarsi con la dovuta sensibilità, una migliore qualità della vita ci sarà per tutti!”.

 

A passeggio tra gli angoli curiosi di Firenze

(di Fiorenza Ciullini, presidente regionale ANLA Toscana e Consigliera nazionale).  Tre iniziative proposte da Anla Toscana. Tutte e tre le visite, organizzate da ANLA Toscana, rispettivamente per martedì 18 maggio, mercoledì 26 maggio e martedì 8 giugno, saranno guidate dal prof. Federico Napoli.

“Dante leggiadre fanciulle e gironi infernali”

Per ricordare il sommo Poeta e camminare per le strade e viuzze, in un viaggio a ritroso nel tempo, nel cuore medioevale di Firenze in un percorso compiuto in uno spazio di poche centinaia di metri, perché tale era allora la dimensione della città!
Così, nei settecento anni dalla sua scomparsa, non poteva mancare un ripercorrere la vita di Dante: da guelfo bianco e poi “ghibellino”, frequentatore di bettole e successivamente poeta, infine focoso oratore. Da qui nascono nella sua vita le zuffe politiche e le suggestioni amorose, la tendenza a cedere al fascino della parola scritta e il forte richiamo all’amicizia. Negli anni fiorentini di Dante compaiono i problemi economici, le consorterie avverse arroccate nella vita quotidiana ed in questa realtà, il suo matrimonio combinato dalle famiglie.

“Le abitazioni dei Medici in città”

Un percorso dedicato alla famiglia Medici, presente in città per oltre cinquecento anni. Alla scoperta di abitazioni e luoghi legati alla loro attività mercantile: da piazza del Mercato vecchio alla loggia di via de’ Pecori, da piazza Duomo al Palazzo di via Larga, fino alla successiva dimora in Oltrarno. Nella Masnada di Mercato, alla quale in origine la famiglia apparteneva fino al palazzo in collina, dove si svolge l’intera storia dei Medici: una perenne relazione legata agli eventi politici della città di Firenze!

“Firenze ed i portici tra passato e presente”

il luogo, architettonicamente meno fiorentino della città, coincide con la zona più antica di Firenze romana, quindi dove meglio si sommano storie e leggende. Attraverso il passaggio sotto i portici affronteremo un viaggio nei secoli, dalla ottocentesca caserma dei pompieri alla capra che brucava in piazza, dal primo cinematografo cittadino in anticipo sui Fratelli Lumiere al pozzo pubblico di epoca imperiale romana. Dai locali in stile Belle Epoque e dai caffè concerto, al più popolare mercato dell’olio fino ad una coppia male assortita: la signora Starnotti e il signor Alberini, due personaggi di fine Ottocento in città.

 

Da ANLA Toscana

In viaggio nei luoghi più caratteristici della nostra bella Italia, da nord a sud, dalle Dolomiti al tacco, attraverso paesaggi meravigliosi che vorremo di nuovo scoprire insieme finalmente in serenità, condivisione e gioia!

Clicca qui per scaricare le proposte di ANLA Toscana per luglio e fine agosto

ANLA è ora anche in Basilicata

(di Edoardo Patriarca, presidente nazionale ANLA) Care amiche, cari amici, ho il piacere di informarvi che ANLA è ora presente anche in Basilicata: ho infatti designato a presidente regionale ANLA di questa regione ricca di storia e di cultura la signora Anna Selvaggi Tamburrino che molto volentieri ha accettato l’incarico.

ANLA BASILICATA

ANLA BASILICATA

Ecco un suo breve profilo biografico:
Anna Selvaggi Tamburrino, nata a Matera e residente a Matera, sposata con Egidio Tamburrino, è madre di 4 figli e nonna di 4 nipotini.
Laureata in Scienze Religiose presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (Napoli).
Nel 2006 promuove l’Associazione Nazionale A.I.D.E “Associazione Indipendente Donne Europee”. Commissaria Regionale Pari Opportunità Regione Basilicata per due consiliature.

Nel 2008 il Consiglio Regionale di Basilicata le conferisce il Premio “ESTER SCARDACCIONE” la prima donna promotrice e prima presidente della Commissione regionale di PO della Basilicata. Premio “EUDONNA” (ROMA); Premio Cultura e società (FIRENZE); Premio Accademia internazionale La Sponda (Roma); Tra le Finaliste del Premio R.O.S.A (Risultati Ottenuti Senza Aiuti) Canova Club (ROMA); Premio Internazionale “DONNE D’AUTORE (ROMA); Premio Internazionale ALLA PAROLA (Parma, Matera).

Ha ricoperto la carica di Presidente Regionale di un’Associazione nazionale per Anziani. Impegnata da più di 20 anni in attività sociali di volontariato con tantissime iniziative messe in campo finalizzate ad esaltare il ruolo delle donne e della famiglia in ogni ambito della vita sociale. Si occupa di violenza sulle donne e sui bambini, della promozione delle donne come Leader nelle Aziende pubbliche e private e delle persone anziane come soggetti non fragili, oggi in continuo aumento, ai quali l’uscita dal mondo lavorativo può significare isolamento e senso di inutilità.

Confido che l’attività della signora Selvaggi Tamburrino come presidente regionale ANLA sul territorio lucano possa essere concretamente d’aiuto nelle tematiche che sono care alla nostra Associazione.

Alla signora Selvaggi i migliori auguri per il suo nuovo incarico

ANLA Marche, riprende Psiche in Comune

ANLA Marche segnala a San Benedetto del Tronto la ripresa di un’importante iniziativa,  in collaborazione con una decina di associazioni locali. Ricomincia giovedì 30 aprile alle 18 PSICHE IN COMUNE ma in versione ONLINE, in attesa che gli spazi comunali fisici siano di nuovo accessibili. L’Assessorato alle Pari Opportunità si è dotato di uno spazio virtuale in cui effettuare le videoconferenze ( a disposizione anche della cittadinanza ed associazioni).

Il 1° PSICHE IN COMUNE ON LINE  è in programma il 30 aprile h 18 con  la conferenza SOS CORONAVIRUS GIOVANNI. Relatore:  dottor Maurizio Pincherle, direttore neuropsichiatria infantile Asur AV3. Saluto di Brunilde Crescenzi consigliere comunale.

Appuntamento successivo: Come comunicare con i figli, in programma giovedì 7 maggio alle ore 18.00

Psiche in Comune

Psiche in Comune

Per seguire entrambe le conferenze, del 30 aprile e del 7 maggio, occorre registrarsi  a questo link (poi usare sempre lo stesso link per partecipare alla conferenza)  https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_-bUCiaMVSL2Hf_GJXSyqDg

Spiega Teresa Spampanato, consigliere nazionale Anla: “oggi non  è sufficiente badare solo a rilanciare l’economia. Occorre preoccuparsi del disagio sociale. Dobbiamo prestare attenzione alla psiche delle fasce sociali: le famiglie sono in difficolta perché la convivenza forzata ha fatto emergere molteplici problemi nei rapporti umani la cui cura deve essere alla base per una ripartenza una volta sconfitta la pandemia. Mi ricordo che dopo la guerra la gente era forte, ora si è indebolita a più  livelli”.

Anla Toscana, percorsi culturali in Firenze

Anla Toscana condivide con tutti i tesserati ANLA due nuovi interventi del prof. Federico Napoli sulla Loggia del Porcellino e sulle campane di Firenze. Scrive la presidente Anla Toscana Fiorenza Ciullini “Certi di rappresentare il vostro pensiero, vogliamo ringraziare con profondo affetto e stima il prof. Napoli per tutto quello che sta facendo per la nostra Associazione. Non vediamo l’ora di poter riprendere con lui i nostri percorsi culturali”.

Loggia del Porcellino

Le campane di Firenze

Incontro dei presidenti regionali

Per dare concretezza e uno sguardo comune al lavoro sui territori, a Roma i presidenti regionali hanno lavorato fianco a fianco con il presidente nazionale Edoardo Patriarca. Ci aspettano giornate intense e molte iniziative da realizzare!

Incontro dei presidenti regionali ANLA

Incontro dei presidenti regionali ANLA