Archivio della categoria: #zainoinspalla

#IlCortiledeiGentili

Per la tradizione popolare oggi è Pasquetta, o il lunedì dell’Angelo. Sono due dizioni che non appartengono al calendario liturgico della Chiesa che  celebra la giornata come l’ottava di Pasqua. Mi hanno colpito alcuni passaggi delle letture bibliche di questi giorni. Vorrei condividerli con voi.
Nel Vangelo di oggi, come in quello di domenica, ricorre il verbo correre. Le scene sono occupate dalla corsa dei due discepoli, ieri, e delle donne oggi:  “In quel tempo, abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli” .
È  una metafora molto presente nella Bibbia, la parola correre è intesa come un  affrettarsi alla volta di…, un proseguire la propria corsa…Anche per Paolo la vita è una corsa: “È ora il momento di sciogliere le vele. Ho combattuto la buona battaglia. Ho terminato la corsa. Ho conservato la fede“ (2Timoteo 4,6-7).

#zainoinspalla

#zainoinspalla

Ne possiamo trarre un insegnamento per noi tutti, credenti e non, nel tempo del coronavirus?  Anche per non far passare queste giornate pasquali preziose come una sorta di happy day o happy end.
Direi così:
il tempo della vita è assai prezioso, non va sprecato, va corso con impegno e dedizione;
è una buona corsa solo se ha un significato, un obiettivo, un fine: altrimenti è solo un movimento frenetico inutile e triste;
ha bisogno di allenamento, di punti di ristoro, di soste sennò non ce la si fa, e si rischia di non avere più fiato.
Ecco,  viviamo queste giornate di quaresima prolungata come una sosta utile – faticosa e obbligata- per prendere fiato, per riguardare  la “cartina“ e aggiustare il percorso se necessario; verifichiamo che bussola o sestante siano  funzionanti; e più di tutto che lo zaino sia pronto per ripartire. Raccomando a tutti uno zaino leggero, ben dimensionato, che contenga l’essenziale: se non c’è l’essenziale ti perdi, se c’è troppo non arriverai mai.
#zainoinspalla dunque, pronti a riprendere la corsa!