Clown-animazione nelle Marche

Il giovedì  grasso con il gruppo di clown-animazione di ANLA Marche: festa di carnevale alla RSA S. Giuseppe di S. Benedetto del Tronto; al centro l’assessore Servizi Sociali  del comune di S. Benedetto del Tronto Emanuela Carboni.

Incontro ANLA ONLUS e FEDERAZIONE MAESTRI DEL LAVORO

Giovedì 2 febbraio, nella sede nazionale di ANLA Onlus, il presidente Antonio Zappi ha incontrato, unitamente al segretario generale Terenzio Grazini, alla vice presidente nazionale Teresa Spampanato ed al responsabile stampa e comunicazione Antonello Sacchi, il presidente della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia Vincenzo Esposito accompagnato dal segretario generale Claudio Piconi e dal segretario del Consiglio Silvio Manfredi.

Sostanziale e non formale” è stato definito dal presidente Esposito l’incontro richiesto dalla nuova presidenza di Federmaestri e auspicato dal presidente Zappi che ha positivamente condiviso le espressioni espresse dal Presidente Esposito: “Siamo nati grazie al sostegno dell’ANLA – con riferimento alla costituzione della Federazione avvenuta nel 1954, per iniziativa di ANLA e di un gruppo di Maestri del Lavoro – la collaborazione fra le nostre Associazioni è auspicabile”.

IMG_6750
I due Presidenti hanno sottolineato i filoni di attività in cui le due Associazioni possono unire le forze al fine di raggiungere significativi obiettivi, nella consonanza di valori ed ideali e nel reciproco rispetto delle prerogative di ognuna.

Sulla base di quanto sopra – nel rispetto delle specificità proprie delle due Associazioni – ANLA Onlus e Federazione Maestri del Lavoro d’Italia hanno confermato l’intendimento di valutare congiuntamente la possibilità di avviare sul territorio una comune azione per meglio agire nei reciproci rapporti, evitando, se ve ne fossero, eventuali incomprensioni e/o contrasti, al fine di valorizzare esperienze positive di collaborazione sull’esempio dell’incontro “NO alla violenza in famiglia” organizzato a Faenza lo scorso 22 ottobre dalle due Associazioni e dall’ANSE.

In un secondo momento Federmaestri e ANLA Onlus pensano di costituire un tavolo comune volto ad esaminare la possibilità di avviare altre iniziative e formulare proposte congiunte al fine di “fare rete”.

Vota ANLA su IlMioDono per la solidarietà

E’ iniziata l’edizione 2016-2017 di “il MioDono” di Unicredit S.p.A. per la solidarietà.  L’anno scorso, come ricorderete, vi abbiamo partecipato e ci siamo classificati sesti, su circa 200 ammessi al contributo (i partecipanti erano molti di più), con oltre mille preferenze, superando realtà di tutto rispetto quali ANFASS, Sermig, Centro Sportivo Italiano, Gruppo Abele, Italia Nostra etc etc.

Nella scorsa edizione ci è stata erogata la somma di euro 2766,41 che abbiamo destinata alle nostre attività di solidarietà e di volontariato fra le quali la clown-animazione a San Benedetto del Tronto e il trasporto di pazienti bisognosi di dialisi a Bologna.

Possiamo fare di più, dobbiamo fare di più perché abbiamo bisogno di fondi per aiutare le nostre attività di solidarietà e di volontariato, cioè per aiutare a star bene chi soffre portando loro un sorriso, un aiuto concreto, un gesto di umana simpatia. Abbiamo tante iniziative di solidarietà in cantiere, soprattutto in relazione ai paesi colpiti dal sisma ma… abbiamo bisogno di voi, di tutti i vostri collaboratori, di tutti i vostri amici! Si potrà votare e far votare fino al 16 gennaio 2017 incluso.

Votateci! Basta un click su https://www.ilmiodono.it/it/votazione/?idorg=1567

Per votare ANLA:

1)      raggiungete il seguente link https://www.ilmiodono.it/it/votazione/?idorg=1567

2)      potete votare via “Social” (facebook. Google+ o twitter) o via e-mail, selezionate ciò che preferite. IMPORTANTE: si può votare con tutti gli indirizzi e-mail di cui si dispone, ogni indirizzo e-mail dà diritto a un voto.

3)      Ricordatevi, se votate via e-mail di convalidare il vostro voto: vi arriverà una e-mail da “UniCredit per ilMioDono”  con oggetto “Link di conferma voto ilMioDono – UniCredit”.  Vi sarà scritto “Grazie per aver dato il tuo contributo votando la tua Organizzazione Non Profit preferita. Il tuo voto sarà valido solo dopo aver cliccato qui per confermare”. Si aprirà una nuova pagina con un bottone da cliccare e il seguente testo:  “Stai votando per ASSOCIAZIONE NAZIONALE LAVORATORI ANZIANI”. Dovrete quindi confermare il voto

Votate e fate votare! Se poi chi vota dona 10 euro nelle modalità indicate… il voto quadruplica! Per informazioni su deducibilità e detraibilità delle erogazioni liberali ad ANLA – Onlus clicca qui

Grazie ancora una volta per il vostro impegno e la vostra collaborazione!

 

 

Deducibilità e detraibilità delle erogazioni liberali ad ANLA – Onlus

Deducibilità e detraibilità delle erogazioni liberali ad ANLA – Onlus

A.N.L.A. è una ONLUS – Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale – ai sensi del D. Lgs. n. 460/97. Iscritta al n. 988/2014 del Registro Persone Giuridiche.

Le erogazioni liberali ad A.N.L.A. sono deducibili o detraibili, a seconda della normativa applicata alla donazione. Il privato o l’impresa che effettuano una donazione possono decidere liberamente il trattamento fiscale di cui beneficiare.

I privati possono:

• dedurre la donazione dal proprio reddito per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato, nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005);
• detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato fino ad un massimo di 30.000 euro (art.15, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86).
 
Le imprese possono:

• dedurre le donazioni a favore delle ONLUS, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005);
• dedurre le donazioni a favore delle ONLUS per un importo non superiore a 30.000 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86).

Le quote associative non sono deducibili.

Per fruire delle agevolazioni fiscali, è necessario conservare l’attestazione di donazione:
• la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale,
• le note contabili o l’estratto conto emesso dalla banca, in caso di bonifico o RID,
• l’estratto conto della carta di credito emesso dalla società gestore, per donazioni con carta.
La documentazione relativa alla dichiarazione deve essere conservata fino al 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione.