Piante sorvegliate speciali

(di Annalisa Gatti) In questo periodo le nostre piante hanno bisogno di essere “sorvegliate speciali” perché nonostante la fioritura sono soggette a malattie e infestazioni. Le più comuni sono: cocciniglia, cocciniglia cotonosa, afide verde, mosca bianca e ragnetto rosso. La prima accortezza è quella di allontanare dalle altre la pianta malata.  In genere le piante con le foglie sottili e delicate sono attaccate da insetti come il ragnetto rosso mentre gli afidi prediligono le foglie e i gambi giovani. Alcuni parassiti oltre che sulle foglie si possono trovare anche nel terreno. Le piante che si trovano all’esterno possono essere attaccate da lumache, coleotteri e altri insetti da giardino.

Sono moltissimi gli insetticidi in commercio e bisogna saperli utilizzare per non danneggiare la pianta, infatti possono contenere sostanze chimiche dannose per l’uomo e molto velenose. I principi attivi (degli insetticidi sistemici) vengono assorbiti da radici o dalle foglie per essere poi trasportati nel resto degli organi della pianta e arrivano in questo modo ovunque ci siano parassiti. L’alcool denaturato può essere utile per rimuovere cocciniglia e cocciniglia cotonosa. Il ragnetto rosso si può evitare, migliorando le condizioni di umidità.

ALCUNE AVVERTENZE: mai mischiare tipi differenti di insetticida perché si possono provocare inaspettate reazioni chimiche; mai versarli in altri contenitori che siano bottiglie di vetro o altro materiale; mai irrorare quando c’è vento; mai respirare il prodotto; mai versarli nel lavandino e negli scarichi; mai preparare quantità superiori da quelle da utilizzare al momento, ne conservarlo per più di una giornata; irrorare sempre all’aperto, di sera, quando non circolano le api; lavate sempre bene gli attrezzi usati, riponete gli insetticidi in un posto asciutto riparato dal gelo, su uno scaffale alto lontano dalla portata dei bambini;  se avete animali teneteli lontani, soprattutto attenzione all’acqua dei pesci se si trovano nelle vicinanze.

INSETTICIDA NATURALI

Bisogna però pensare che le piante sane e forti vengono attaccate raramente da malattie;  a volte è sufficiente utilizzare una soluzione a base naturale come il macerato d’ortica per fortificare le piante e preservarle dall’attacco di malattie e insetti che spesso sono validi nostri alleati perché collaborano alla crescita, all’impollinazione, allo smaltimento del materiale organico.

L’aglio è un insetticida naturale e si può utilizzare per difendere le piante dall’attacco di afidi, formiche, cocciniglie e altri tipi di insetti o funghi. Una preparazione facile: bisogna sminuzzare un poco di spicchi d’aglio, metterli in un contenitore con l’alcool bianco a 70° o 90° (50% della miscela) e lasciare macerare per un giorno interno, subito dopo aggiungere acqua (sempre il 50% della miscela) e qualche goccia di detersivo. Dopo aver ben mescolato, inserire la soluzione in un contenitore spray. L’insetticida all’aglio dura diversi giorni e si conserva tranquillamente fuori dal frigo. Altro insetticida naturale è la cipolla. In un litro di acqua portata ad ebollizione con un poco di grammi di cipolla e otterremo un prodotto contro malattie fungine e contro gli acari e gli afidi.

Il sapone di Marsiglia come insetticida è ottimo per tenere lontani piccoli parassiti. Per ogni litro di acqua possiamo sciogliere circa 10/15 grammi di sapone ridotto in scaglie oppure liquido. Dopo aver mescolato per bene, ben sciolto, mettiamolo in uno spruzzino ed è pronto.

Le formiche combinano parecchi guai perché rubano i semi delle piantine, e trasportano afidi sulle nostre piante; se nel vostro giardino coltivate la menta allora potete utilizzarla per preparare un macerato che con un poco di tempo e pazienza riuscirà a tenerle lontane.  Per il dosaggio servono 1Kg di menta e 10 litri di acqua; utilizzare un contenitore (meglio se di ceramica o vetro), non tapparlo e mischiare ogni due giorni. La menta deve essere lasciata macerare per due settimane, poi si travasa in un annaffiatoio e si irrorano le zone di passaggio degli insetti.