Scaldarsi in tavola

(di Roberta Greco) L’inverno e il freddo segnano una stagione all’insegna delle ricette che sappiano rinfrancare il corpo e la mente, è il momento migliore per assaporare zuppe, minestre e minestroni, da realizzare impiegando al meglio i legumi e verdure che la stagione offre e per avere un’arma in più per allontanare i malanni di stagione e favorire le difese immunitarie grazie alle loro proprietà benefiche.

Le ricette più sostanziose e nutrienti che la cucina tradizionale italiana offre, sono l’ideale basti pensare a piatti corposi come pasta e fagioli, la polenta con le spuntature, i tortellini in brodo o i pizzoccheri alla valtellinese.

Pizzoccheri

Ma per riscaldarci non basta che i cibi siano soltanto caldi, per essere efficaci, le ricette contro il freddo da portare in tavola devono aiutarci a produrre più energia e, di conseguenza, calore, stimolando il nostro metabolismo. Alcuni ingredienti sono capaci di fare esattamente questo lavoro grazie al giusto equilibro fra apporto calorico e proteico. Stiamo parlando in particolare di carne, legumi e verdure di stagione, che ci aiutano ad aumentare in modo sano le calorie giornaliere necessarie in inverno per combattere le temperature più rigide.

Il brodo di carne è una ricetta base, fondamentale per la realizzazione di innumerevoli ricette. Prepararlo in casa significa garantirsi il gusto di un ingrediente di qualità, genuino e naturale. Il suo utilizzo in cucina è versatile: ottimo gustato da solo, come consommè, come liquido di cottura o aromatizzazione per preparazioni di carne, pasta o salse.

Per la sua preparazione servono: 500 g di polpa di manzo, 300 g di ossa di bovino, 300 g di doppione (o biancostato), 1/2 gallina pulita, 1 costa di sedano, 1 carota, 1 cipolla, 1 pomodoro rosso, 3 litri d’acqua fredda, sale.

La sua preparazione è molto semplice ma richiede il giusto tempo: per una buona riuscita il brodo di carne in cottura deve appena sobbollire. Può essere aromatizzato a piacere e si può preparare in grandi quantità in modo da porzionarlo e congelarlo.

Pensiamo anche ai più piccoli e questa invece è la ricetta del brodo per i bambini.

Per due o tre porzioni serviranno 1 kg di carne magra di vitello o di manzo o di pollo senza pelle

2 litri d’acqua, 1 patata, 1 carota, 1 costa di sedano con le foglie, 1 piccola cipolla.

Dopo i 9 mesi si può introdurre il brodo di carne al posto del brodo vegetale. Iniziate con quello di vitello o di pollo e proseguite con quello di manzo che è più sostanzioso. Del vitello scegliete preferibilmente il girello o la fesa. Del pollo utilizzate la coscia o il petto senza pelle per avere un brodo meno grasso. I pezzi più indicati del manzo sono la punta di petto e il muscolo.

Qualche esempio sono con canederli in brodo, malfatti, cappelletti o passatelli.

Direttamente dalla tradizione romagnola, la ricetta dei passatelli in brodo offre un primo piatto facile e molto gustoso, preparato con ingredienti genuini come pangrattato e uova. Una ricetta adatta a un pranzo in famiglia saporito e sostanzioso. Per prepararli servirà (per 1 litro e 1/2 circa di brodo di carne) 100 g di pangrattato finissimo, 100 g di parmigiano grattugiato, 2 uova (circa 100 g), noce moscata, buccia di limone grattugiata, sale, pepe.

L’impasto si passa al “ferro per passatelli”, ma va bene anche un semplice schiacciapatate. La pasta si cuoce poi pochi minuti direttamente nel brodo di carne

Buon appetito!