Archivio tag: bergamo

Convegno nazionale, intervento di Paolo Campiglia

In questo video, Paolo Campiglia, presidente della Fondazione Esperienza, nel Convegno “Anziani, una risorsa per il Paese” espone il tema “Seniores al lavoro, un impegno prolungato nell’attività professionale”

Convegno nazionale, intervento di Stefano Paleari

Iniziamo la pubblicazione dei video degli interventi dei relatori al Convegno nazionale di Bergamo. In questo video l’intervento di Stefano Paleari, Magnifico Rettore dell’Università di Bergamo e presidente della CRUI, che ha trattato il tema “Età e tempi di vita nella nuova società!

Conferenza stampa di presentazione del Convegno “Anziani, una risorsa per il Paese”

Si è tenuta a Bergamo la Conferenza stampa di presentazione del Convegno organizzato da Anla e da Fondazione Esperienza “Anziani, una risorsa per il Paese”. In questa foto lo staff della presidenza e alcuni responsabili di Anla Lombardia.

Conferenza stampa Bergamo 17 ottobre 2013

Conferenza stampa Bergamo 17 ottobre 2013

A Bergamo il lavoro dei volontari

Come potete vedere dalla foto, sono in pieno svolgimento le attività di preparazione dell’imminente Convegno nazionle. In questo caso, si tratta delle borse che saranno date in dotazione a ciascun convegnista durante i lavori. Conterranno materiale messo a disposizione dalle aziende e le pubblicazioni atte a seguire ancor più attentamente questo importante momento della nostra vita associativa.

Dunque… fra una settimana a Bergamo!

Volontari al lavoro a Bergamo

Volontari al lavoro a Bergamo

Paleari nuovo presidente della CRUI

Stefano Paleari (fonte CRUI)

Stefano Paleari (fonte CRUI)

Stefano Paleari, che al prossimo Convegno di Bergamo terrà la relazione dal titolo “Età e tempi di vita nella nuova società” è stato eletto nuovo Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

La votazione è stata all’unanimità ed ha premiato il 48enne Rettore dell’Università di Bergamo, che guida già da 4 anni e dove è anche docente di Analisi dei Sistemi Finanziari presso l’Università degli Studi di Bergamo. Dal 2013 è l’unico membro italiano nel board della European University Association (EUA).

Ecco la prima dichiarazione del neo presidente: “I prossimi anni segneranno un punto di svolta per l’Università italiana… Ma il punto di partenza è drammatico. Siamo arretrati di 10 anni, perdendo 10.000 ricercatori e il 15% dei fondi. Dato ormai conclamato anche nelle statistiche internazionali. Abbiamo 4 ricercatori ogni 1000 occupati. La Francia ne ha 9. Germania e Regno Unito 8. Persino la Spagna 7. E si badi bene, per passare da 4 a 5, rimanendo ancora ben lontani dai partner europei, servirebbero 20.000 ricercatori. Ovvero proprio quei giovani che noi formiamo e che poi vengono catturati da altri Paesi. Il loro talento non può restare senza una nostra risposta. Anche qui sta il problema della disoccupazione giovanile, perché la scoperta scientifica di un ricercatori in tutti campi del sapere è uno straordinario moltiplicatore per l’intero sistema economico italiano”.

Per leggere il comunicato della CRUI cliccate qui

Zappi: il Convegno punto di arrivo e di partenza di ANLA

Il logo del Convegno Nazionale "Gli anziani, una risorsa per il Paese"

Il logo del Convegno Nazionale “Gli anziani, una risorsa per il Paese”

Antonio Zappi, presidente nazionale A.N.L.A., intervistato da AltraEtà.it presenta la nostra Associazione e approfondisce il tema del Convegno nazionale di Bergamo: “…Consideriamo questo evento un punto di arrivo, a seguito di una lavoro di sensibilizzazione svolto da alcuni anni a tutti i livelli della struttura e, nel contempo,  un punto di partenza in quanto vorremmo proporre, ad altre realtà coinvolte in tematiche affini alla nostra,  l’avvio di un progetto  incentrato su azioni e/o attività comuni a supporto ed a sostegno di interessi condivisi“.

Continua il presidente Zappi su AltraEtà.it: “Pensiamo in effetti a linee progettuali nelle quali tutti possano convergere, riconoscersi ed impegnarsi nel rispetto assoluto delle proprie specificità. In coerenza con questo indirizzo che sarebbe per noi dell’A.N.L.A. la linea di fondo operativa del nuovo prossimo triennio, vorremmo auspicare che, a tutti i livelli, si sviluppino  iniziative a  favore della terza età e del miglioramento delle relative condizioni sociali; si intensifichi la partecipazione degli anziani nella vita delle comunità locali; si instauri concretamente un dialogo intergenerazionale tra giovani ed “i più avanti in età” basato sulla collaborazione tra questi due mondi espressione di due età della vita tanto diverse, ma simbolicamente unite  verso un comune cammino“.

Clicca qui per leggere l’intervista completa su AltraEtà.it