Archivio tag: firenze

La Basilica di Santa Croce a Firenze

Arnolfo di Cambio ne fu l’architetto che la iniziò nel 1295 ma chi la rese celebre fu Ugo Foscolo con il suo carme I Sepolcri. All’inizio era una piccola chiesa, edificata agli inizi del sec. XIII in località Isola d’Arno. Il campanile venne edificato nel 1845 in stile neo-gotico ed è alto m. 75, nel 1863 venne realizzata l’attuale facciata della chiesa mentre le porte lignee vennero installate sul finire del sec. XIX. In Piazza Santa Croce, legata al calcio in costume,  si giocò la famosa partita dell’assedio il 17 febbraio 1530 disputata dai fiorentini assediati in gesto di sfida agli assedianti. All’interno la grande croce di Cimabue ma è solo uno dei grandi tesori di cui ci parla in questo video il prof. Federico Napoli, storico dell’arte.

Palazzo Vecchio a Firenze

Il prof. Federico Napoli, storico dell’arte, racconta in questo video storia e aneddoti di  Palazzo Vecchio di Firenze, che da 700 anni ospita il governo della città. Arnolfo di Cambio ne fu l’architetto: ebbe un’indicazione precisa da parte della Repubblica, non costruire su terra ghibellina. Venne costruito per ospitare i priori, che ogni due mesi ruotavano, e venne chiamato all’inizio Palazzo dei Priori. Cambiato il governo, venne chiamato Palazzo della Signoria, quando Cosimo dei Medici e la moglie Eleonora, entrambi duchi, vi si trasferirono venne chiamato Palazzo Ducale, quando poi gli stessi andarono a abitare nell’attuale Palazzo Pitti, il palazzo appena lasciato divenne finalmente Palazzo Vecchio.

Viaggio nell’arte: la cupola del Brunelleschi

La “cupola delle meraviglie”, cioè la cupola del Duomo di Firenze, ancora oggi una delle più grandi costruzioni in muratura esistenti al mondo. Un viaggio nella storia dell’opera costruita “senza centine” cioè senza supporti di sostegno da parte di Filippo Brunelleschi attraverso aneddoti e curiosità narrati da Federico Napoli, storico dell’arte.

Il significato delle parole

Oggi a Firenze la premiazione della prima edizione del concorso nazionale di narrativa organizzato da ANLA, Associazione Nazionale Lavoratori Anziani, della Toscana. Alla premiazione, che si svolgerà presso la Sala della Musica del Museo Fondazione Zeffirelli, interverranno Lucia Bruni, scrittrice e presidente della giuria, Cristina Giachi, vice sindaco di Firenze, Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale della Toscana, Edoardo Patriarca, presidente nazionale di ANLA.

Un momento della cerimonia di premiazione

Un momento della cerimonia di premiazione

In questo tempo fatto di battute, di Twitter, messaggini rischiamo di perdere un patrimonio di cultura e di bellezza, rischiamo di perdere la grandezza della narrazione del racconto e il significato delle parole che sono un patrimonio di memoria di percorsi e incontrisottolinea il presidente Patriarca L’umanesimo in Italia ha dato vita a capolavori ai quali ancora attingiamo per trarre ispirazioni e progetti. Anla è una associazione di lavoratori con vari gradi di anzianità che guarda con affetto alle nuove generazione e sente il dovere di preservare e consegnare questo patrimonio. Anla Toscana in particolare, che ringrazio per aver organizzato questa iniziativa, è in prima fila con proposte culturali di grande qualità”.

Il concorso ha come tema “La penna racconta”: in un mondo sempre più tecnologico, dove il tempo vola ed… “è subito sera” ANLA ha voluto dare uno spazio alla fantasia e alla memoria, così da fermare il tempo e riflettere. Da qui è nato l’incipit “Se un piccolo raggio di sole” che ha dato il via alla creatività dell’essere uomini e donne, giovani e meno giovani. Tanti i testi pervenuti, da ogni parte d’Italia, dalla Val d’Aosta alla Lombardia fino ad arrivare al sud della nostra Bella Penisola.

La Giuria, presieduta dalla scrittrice giornalista Lucia Bruni e composta da Luciano Artusi storico, Giuseppe Baldassarre critico letterario ed Elisabetta De Troja dell’Università di Firenze, esaminati gli scritti ha nominato all’unanimità vincitore del concorso il sig. Bracciali Paolo, seconda classificata Archinucci Marzia, terza classificata Barsimi Margherita.

Lorenza Ciullini, presidente ANLA Toscana, i cui volontari sono particolarmente attivi nella promozione e nella valorizzazione della cultura come strumento di conoscenza del nostro grande patrimonio artistico, sottolinea “Viaggiare con la mente e trasmettere sensazioni, esperienze ed emozioni, è uno dei doni più grandi che l’uomo può ricevere e dare alle generazioni future. Anla Toscana, con la prima edizione del  concorso letterario “La penna racconta”, ha voluto fortemente esserci, per dare un senso ai tanti momenti di creatività che ognuno di noi vive nel quotidiano. Vedere la partecipazione di giovani e meno giovani che, con i loro elaborati hanno contribuito alla stesura della raccolta, ci spingerà a riproporre questo concorso anche negli anni futuri, certi che accoglierà sempre più numerosi consensi”.

 

Concorso nazionale letterario

“La penna racconta” è il titolo del Concorso di narrativa nazionale organizzato da ANLA e dedicato a racconti brevi che abbiano incipit ” Se un piccolo raggio di sole…”.

Il racconto dovrà avere una lunghezza minimo 3000 massimo 8000 caratteri, spazi inclusi e sarà
consentita la presentazione di un solo elaborato per autore. Per maggiori informazioni e per le modalità di partecipazione scaricate il Bando di partecipazione al Concorso Nazionale Letterario di ANLA ma affrettatevi: il termine ultimo per la consegna degli elaborati è il 25 giugno.

La premiazione avverrà giovedì 31 ottobre a Firenze, presso la Sala del
Palagio di Parte Guelfa alla presenza del presidente nazionale di ANLA, sen. Edoardo Patriarca, della presidente regionale della Toscana Fiorenza Ciullini e di importanti esponenti del mondo culturale nazionale e toscano.

I 70 anni di ANLA

I 70 anni di ANLA

Una poesia per la vita

La manifestazione, giunta alla XVIII edizione, è organizzata da ANLA Toscana.

ANLA Onlus ha come obiettivo primario la tutela della dignità dei Seniores che
sentono ancora vivo il desiderio di aiutare il nostro Paese con le proprie forze, competenze ed esperienze in questi drammatici frangenti segnati dalla crisi del lavoro, intendendo così contribuire alla costruzione del bene comune, che altro non è che la vita dei propri figli e nipoti. ANLA Onlus favorisce la socializzazione e l’aggregazione dei cittadini e opera per rafforzare i rapporti intergenerazionali, anche con numerose proposte ed iniziative di carattere culturale
come – a livello della regione Toscana- il concorso letterario “Una poesia per la vita”.

Questo premio, la cui prima edizione risale al 2001, è tuttora capace di trasmettere sentimenti profondi e forti emozioni e costituisce un prestigioso e atteso appuntamento che, in occasione della cerimonia di premiazione del concorso, accoglie poeti e pubblico nella magica atmosfera della Sala delle Feste dello storico Palazzo Bastogi di Firenze.

Una poesia per la vita

Una poesia per la vita

Anla Libera Fantasia 2018 alla Galleria Mentana Firenze

Dal 17 al 22 Febbraio l’Associazione ANLA/Onlus  – Consiglio Regionale Toscana –  ha promosso e organizzato la XV° Edizione della Collettiva dei Soci Artisti dal titolo “Libera fantasia”, in collaborazione con il Rotary club Firenze Lorenzo il Magnifico, appuntamento tradizionale con lo scopo di omaggiare la creatività in un simposio d’autore di aggregazione socio-culturale. La Rassegna del 2018 ha avuto luogo nei locali della prestigiosa Galleria “Mentana” a Firenze, riscuotendo il consenso della critica e l’apprezzamento di un folto pubblico.

Sul prossimo numero di Esperienza in distribuzione dal 20 marzo potrete leggere un approfondimento del tema.

A Firenze per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

A Firenze Alatel, Anse e Anla hanno organizzato una conferenza -  concerto per ricordare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Sul prossimo numero di Esperienza dedicheremo ampio spazio al tema, ecco un’anticipazione della giornata celebrata lo scorso 18 novembre nel capoluogo toscano.