Archivio tag: salute

Proposta di piano sanitario

ANLA Onlus, in collaborazione con il CRAL Gruppo Unipol, sta avviando una proposta di piano sanitario, che sarà a regime dal prossimo 30 giugno.

Il piano sanitario, per entrare in funzione, necessita di 50 adesioni iniziali: coloro che vorranno prenotarlo dovranno riempire il modello di adesione e anticipare € 70,00 che, ovviamente, in caso di non raggiungimento del numero stabilito, saranno restituiti. L’assicurazione può essere stipulata o rinnovata fino al raggiungimento dell’ottantesimo anno di età. Per venire incontro alle esigenze sanitarie degli over 80, sono previste particolari card salute con sconti su tutte le strutture convenzionate con il circuito UNISALUTE (visite specialistiche/accertamenti diagnostici e fisioterapia, al costo di € 50,00 complessivi). Il tutto subordinato al raggiungimento della soglia minima di adesioni al Piano come sopra indicato.

La polizza decorrerà dal 30.6.2018, e verrà stipulata tramite la Mutua Fasco S.M.S.. Ciò consentirà  di ottenere i vantaggi fiscali previsti dalla legge (oggi 19%). Il piano sanitario si avvarrà dei servizi forniti dall’importante circuito UNISALUTE.

Vi preghiamo di prendere visione dei documenti sotto allegati, il piano sanityario, la sintesi delle garanzie e il modulo di preadesione, per un vostro esame e una vostra valutazione.

Per l’adesione tramite il modulo allegato, per il versamento ed ogni informazione aggiuntiva, vorrete rivolgervi a CRAL Gruppo Unipol (tel. 055 486641 – 055 485474) nei seguenti orari:

lunedì, mercoledì, venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 e martedì, giovedì dalle ore 9 alle ore 17.

Scarica la descrizione del Piano sanitario

Scarica il modulo di preadesione

Censis: Se sei italiano bevi acqua minerale

Se sei italiano bevi acqua minerale. Il 90,3% degli italiani beve acqua minerale, il 79,7% ne beve almeno mezzo litro al giorno. Negli ultimi vent’anni, tra il 1995 e il 2016, c’è stato un boom dei consumatori di 19 punti percentuali (e quelli che ne bevono almeno mezzo litro al giorno sono aumentati del 36%). Oggi sono 49 milioni gli italiani che bevono acqua minerale: 8 milioni in più rispetto a vent’anni fa. Mentre nella crisi gli italiani tagliavano le spese (i consumi pro-capite sono diminuiti del 5,3% nel periodo 2008-2016), i consumatori di acqua minerale aumentavano dall’87,2% al 90,3% della popolazione, e quelli che ne bevono almeno mezzo litro al giorno dal 75,2% al 79,7%. In Europa l’Italia detiene il primato nel consumo individuale di acqua in bottiglia: in media 206 litri pro-capite all’anno, 29 litri in più dei tedeschi (il 16,4% in più), 84 litri in più dei francesi (+68,9%), 85 litri in più degli spagnoli (+70,3%), 173 litri in più rispetto al Regno Unito (+524,4%), 96 litri in più rispetto al valore medio dell’Ue (+87,3%).

Un prodotto unisex e per tutte le età. Consumano acqua minerale 9 uomini su 10 e 9 donne su 10. Nel periodo 1995-2016 il decollo dei consumatori è avvenuto equamente sia tra i maschi (dall’81,3% al 90,5%), sia tra le donne (dall’81,5% al 90%). L’acqua in bottiglia è per tutte le età, ancora di più per i giovani. Non sono mai inferiori all’86% le quote di consumatori nelle diverse fasce d’età, ma le percentuali più alte si registrano tra i 18-34enni (il 92,6%), tra i minori (il 91,1%) e tra i baby boomer (il 90,9%).

Continua a leggere