Archivio tag: welfare

I giudizi degli italiani sul welfare prevalentemente negativi

Si è tenuto oggi a Roma Welfare Italia Forum 2018, iniziativa del Gruppo Unipol giunta alla nona edizione, collocata nell’ambito del programma “Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali”. L’evento rappresenta un momento di incontro tra decision maker e stakeholder attivi nei settori sanitario, socio-assistenziale e previdenziale con l’obiettivo di favorire lo sviluppo della White Economy, una filiera economica ed occupazione in grado di contribuire attivamente alla crescita del Paese.

Polito e Tria durante il Forum

Polito e Tria durante il Forum

In apertura di mattinata Nando Pagnoncelli, Presidente di Ipsos, ha presentato i risultati della ricerca “Gli italiani: bisogni, aspettative e scelte di welfare”, realizzata per l’occasione da Ipsos su un campione rappresentativo della popolazione italiana.

Continua a leggere

Riforma Fornero e uscita anticipata dal mercato del lavoro

Il logo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il logo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

In un articolo pubblicato la settimana scorsa su Avvenire, si torna sulle novità della Legge Fornero.

La Circolare 24/2013 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali spiega come sia possibile un’uscita anticipata dall’azienda per i lavoratori più anziani purché questo anticipo non superi i quattro anni, via sia alla base un accordo sindacale e il datore di lavoro paghi il presunto importo della pensione, una “retribuzione-pensione” al lavoratore in questi quattro anni.

Tre sono i possibili scenari di questa “uscita anticipata”: nel primo caso il datore di lavoro stipula un accordo con la rappresentanza sindacale più rappresentativa in azienda al quale il lavoratore che desidera l’uscita anticipata può portare la sua libera adesione. La cessazione del lavoro avviene per risoluzione consensuale. Nel secondo caso ci poniamo nella procedura di licenziamento collettivo. Il prepensionamento aziendale non darà ovviamente diritto all’indennità di mobilità. Infine il terzo caso è identico al primo con la sola variante che riguarda i dirigenti. In questo caso l’accordo sindacale dovrà esser fatto conil sindacato “stipulante il Ccnl della categoria”.

 

Liguria premiata dalla UE per un progetto sull’invecchiamento attivo

Genova

Genova

Il 2012 è stato, per decisione dell’Unione Europea, l’ “Anno dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni”: con questa attenzione sono stati promossi iniziative e riconoscimenti volti a contribuire al dialogo fra le generazioni, la qualità della vita, la partecipazione alla vita sociale delle persone in là con gli anni. In questo ambito l’Unione Europea, per mano della commissaria Nelly Kroes, vice presidente della Commissione Europea, ha premiato la Regione Liguria per progetto “Memory training” sull’invecchiamento attivo.

L’iniziativa premiata contempla il coinvolgimento degli “anziani attivi” che offrono il loro tempo gratuito a sostegno delle persone fragili con azioni di mantenimento delle relazioni sociali e amicali, attività di buon vicinato, accompagnamento a iniziative ludiche- ricreative e culturali.

Lorena Rambaudi, assessore regionale al welfare, in un comunicato che potete leggere per esteso qui, commenta: “Sono soddisfatta del lavoro svolto dalla nostra regione nel campo dell’invecchiamento attivo  che distingue il nostro impegno in questo settore. Siamo infatti la prima regione in Italia ad aver approvato nel 2009 una legge sull’invecchiamento attivo. Merito comunque anche del lavoro di squadra svolto con l’agenzia regionale della sanità, l’Ente ospedaliero Galliera, l’Università di Genova”.

La Liguria rappresenta il 27 % della popolazione italiana over 65 anni con quasi 30.000 persone impegnate nell’assistenza socio-sanitaria.